ALLA SCOPERTA DEL SUONO

Il grido di una voce, il clacson di una macchina, il suono di una melodia – quello che sentiamo ci narra storie e permette di orientarci. L’udito umano è complesso e allo stesso tempo affascinante. Le installazioni interattive e gli oggetti esposti nella mostra, sviluppati in cooperazione con Ars Electronica Center Linz, invitano a sperimentare. In che modo i suoni e i rumori vengono immagazzinati nella memoria e come vengono evocati determinati ricordi? Come si verificano le illusioni acustiche e come si sente quando l’udito è compromesso?

NOVITÀ: LABIRINTO DEL SUONO

Questa novità mondiale consiste in un labirinto proiettato olograficamente, le cui pareti virtuali diventano visibili solo quando il visitatore, dotato di appositi occhiali, crea dei suoni, ad esempio tramite la sua voce o battendo le mani.

NOVITÀ: PARETE SONORA INTERATTIVA

 

Muovendosi velocemente, cambiando posizione o fermandosi di colpo, i visitatori possono “sfidare” la parete sonora interattiva e sperimentare diversi paesaggi sonori. Vi sono tre diverse scene audio a vostra disposizione: una batteria con tamburi, basso e hi-hat, un carillon o il ronzio delle zanzare.